Casasola ed il Cinema sotto le stelle

Massimo Castelli, coordinatore dei piccoli comuni, presentando il suo che da seicento abitanti è passato a centotrentasette, ne ha parlato in questi termini:

“Sono anche il sindaco di un milione di alberi” 

Mi è piaciuto quest’uomo che esprime per il suo paese il sentimento di fierezza di quelli che sono rimasti! e forse anche di quelli che sono andati via ma che oggi e tante volte sono presenti.

“Di dove sei?”

“Io sono di Casasola, nel comune di Frisanco, nella provincia di Pordenone”

che bello poterlo ancora dire.
Il nostro è un piccolo comune, e Casasola ancora di più, naturalmente,  ma conserva una ricchezza umana e naturale che ne fa un luogo unico, come unici sono gli altri borghi  italiani.  Nella mondializzazione, pure positiva ma anche selvaggia dell’economia e della cultura, in un tempo che tende ad omologare ogni cosa, l’Italia resta il paese dei mille comuni, e Casasola e i suoi abitanti mantengono identità e tipicità e sono molto importanti per la salvaguardia del territorio, certo più economica degli interventi necessari dopo le emergenze.
“Siamo piccoli ma contribuiamo a far grande l’Italia” possiamo dire anche noi.

(sintesi di una ricerca dell’Anci)

Nella cementificazione sempre più spinta, -in proposito è recente l’abbattimento a Pordenone di tanti vecchi e grandi alberi- qui il bosco, gli alberi continuano a svolgere il loro compito di polmone della terra, a purificare l’aria anche per i cittadini, accorsi stasera così numerosi, e a diffondere bellezza.  Avete notato, arrivando lì sul piazzale dove si distribuisce il gelato, il grande faggio? quasi una sentinella che si staglia diritta e possente, bello anche d’inverno senza foglie, il tronco liscio, i rami scuri che si protendono nello spazio.
“Sono anche il sindaco di un milione di alberi” quindi!
e questo vale, questo è importante.
Per fortuna non siamo i soli a pensarla così, c’è anche chi di questo luogo ha saputo vedere la bellezza sobria, qualche volta severa e vi  ha voluto assolutamente  una casa.
Tra questi, arrivati non molti anni fa, Gabriele Centazzo e la signora Rosanna, vivono con noi più giorni alla settimana anche nel periodo invernale e, come altri ” forestieri” da molti anni qui, sono entrati a far parte della comunità, girano in bicicletta la valle in lungo e in largo; conoscono tutti,  si interessano, partecipano alle nostre iniziative. Naturalisti convinti ed appassionati, nella missione che si sono dati (io almeno la vedo proprio una missione) di sensibilizzare più gente possibile all’amore per la natura, Rosanna ha ideato ” Cinema sotto le stelle”, già alla sua terza edizione.
E non contenta del film e del dibattito, ha voluto aggiungere premi, e pizza, e gelato!!! io ho pensato che sono pazzi!! o sono i mecenati della nostra storia passata caduti qui a Casasola?

Germana

SABATO 3 AGOSTO 2019 IN CASO DI MALTEMPO L’EVENTO SARÀ RINVIATO AL 10 AGOSTO

Video creato in occasione del Cinema Sotto le Stelle 2019 a Casasola.
Ricordi di una serata magica!

Creato da Emma Toffolo Grafico Pubblicitario e RAVEN Multimedia Creators

“La prima cosa da fare è parteggiare per le colline, per i cani, per i baci, parteggiare per le albe, per chi cammina, riunirsi per leggere un libro, per sentire un suonatore di fisarmonica, per zappare un orto, per raccogliere l’uva di una vigna.
Ecco le assemblee del nuovo secolo …. In fondo la nostra è una guerra partigiana.
Si tratta di resistere al nemico comune che possiamo chiamare denaro …. “

Franco Arminio

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Privacy Policy